Archivio mensile 24 Febbraio 2022

DiSamuel

I più conosciuti eventi gastronomici

Tanti sono gli eventi dedicato al mondo della gastronomia, molti di essi non solo promuovono la scoperta di nuovi alimenti o esaltano piatti tipici, ma sono organizzati anche per mostrare le più recenti scoperte in ambito tecnologico.

San Francisco Street Food Festival

San Francisco ospita uno dei più importanti festival dedicati al cibo di strada, con la partecipazione di oltre 60.000 persone all’anno. È un evento la cui partecipazione è gratuita e si caratterizza per l’effervescente vita notturna della città californiana.

Maine Lobster Festival

Gli americani adorano l’aragosta e per questo le hanno dedicato un interno festival: ha luogo nello Stato del Maine ad agosto ed è un evento a tutti gli effetti, con corse, gare di cucina, luna park, musica dal vivo ecc.

The Great British Cheese Festival – Cardiff, Galles, Regno Unito

La grande tradizione inglese dei formaggi risplende durante il The Great British Cheese Festival: lo ospita Cardiff.

Napa Truffle Festival

Festival californiano dedicato al tartufo e alle tecnologie di ultima generazione in ambito enogastronomico: si svolte a Napa e attira gente da tutto il continente.

Mistura Food Festival

Lima ospita il Mixtura Food Festival dedicato alle prelibatezze del Perù, con chicche provenienti dalla tradizione creola e amazzonica.

DiSamuel

L’importanza della gastronomia

Cibo e cultura si influenzano a vicenda e rendono il primo non un mero fattore biologico ma una vera e propria componente della nostra società e del nostro modo di pensare. In alcune situazioni ciò che scegliamo di mangiare ci connota in una determinata via, non a caso tutte le società che si sono avvicendate nel corso della storia hanno avuto e tramandato la propria tradizione culinaria.

L’origine di tutto ciò è da ricercarsi nella rivoluzione agricola: essa segna il momento in cui noi esseri umani siamo passati da una condizione di pastori nomadi, quindi senza fissa dimora, a una situazione sedentaria figlia delle scoperte in ambito agricolo. È così che la produzione del cibo diventa il perno attorno a cui ruota la società: gli alimenti smettono di essere soltanto un bene di prima necessità, diventando la prima forma di moneta e di opulenza.

I villaggi e le città che crescono nei secoli si organizzano in ceti sociali suddivisi in base alla disponibilità di animali da allevare e scorte alimentari: l’accumulo diventa simbolo di ricchezza e la ricchezza sinonimo di prestigio; nasce la prima forma di aristocrazia.

Sono passati millenni e diverse rivoluzioni in ambito sociale e tecnologico: oggi disponiamo di soluzioni che rendono più equa la distribuzione del cibo e la globalizzazione sta radicalmente cambiando le nostre abitudini alimentari; possiamo gustare le specialità di ogni parte del mondo senza spostarci dalla nostra città, possiamo anche partecipare ai numerosi festival dedicati al settore gastronomico.

Scopriamo insieme in questa guida gli eventi più apprezzati!

DiSamuel

Gli eventi cinematografici più conosciuti

Festival internazionale del cinema di Cannes

Tutti conosciamo il festival di Cannes, che si tiene in Francia ogni anno e premia i migliori registi e attori della scena europea e internazionale. Nasce nel 1946 ed è un evento a cui si può partecipare solo su invito, questo per ribadire tutta la sua esclusività.

Mostra internazionale d’arte cinematografica di Venezia

Anche il festival del cinema di Venezia è conosciuto in tutto il mondo e vanta una tradizione storica che risale al 1932: è infatti il più antico l’evento dedicato al settore.

Festival internazionale del cinema di Berlino

La prima edizione del festival internazionale del cinema di Berlino si tiene nel 1951 e ha un valore simbolico perché nel dopoguerra la città vive una rinascita. Tuttora è apprezzato per il coraggio nelle scelte dei film da proiettare e premiare.

Sundance film festival

Il Sundance film festival è un evento americano che si svolge ininterrottamente dal 1984: oggi ha un valore particolare perché spesso premia i migliori documentari internazionali.

Tiff

Punto di riferimento nel nord America, il Tiff si svolge a Toronto dal 1976.

Siff

Per 3 settimane film e documentari indipendenti partecipano a questo festival americano che ha luogo in quel di Seattle dal 1976.

DiSamuel

La rivoluzione del cinema

Poche innovazioni hanno cambiato e influenzato la cultura come il cinema: se la fotografia rappresentò già una forte cesura col passato, tanto da plasmare anche le abitudini dei più illustri pittori, l’invenzione del cinematografo ha radicalmente modificato il modo di fare arte, di raccontare il mondo, di guardare la realtà.

Il cinema nasce in Francia alla fine del XIX secolo: da pellicole di qualche minuto proiettate per pochi eletti, in qualche decennio si trasforma in un’industria miliardaria conquistando il territorio americano e installandovi la propria base a Los Angeles. È a Hollywood che si radunano i massimi esponenti di questa nuova arte, ed è qui che si producono i film più famosi e costosi dei nostri tempi sino a oggi.

Non a caso il cinema è protagonista di moltissimi festival durante i quali non solo vengono proiettate pellicole nuove o grandi classici in omaggio alle grandi figure del passato, ma si premiano anche i cineasti più coraggiosi, gli attori più bravi e i film più innovativi.

Per comprendere al meglio il mondo della cinematografia, seguiamo questa guida dove andremo a raccontare i più apprezzati festival del settore.

DiSamuel

Le date storiche della musica moderna

Parlando di festival in ambito musicale, è impossibile non menzionare alcune date cruciali che hanno influenzato non solo la storia di questi eventi, ma anche la nostra società e il modo in cui la nostra cultura ha imboccato alcune strade rispetto da altre.

La maggior parte di questi appuntamenti hanno luogo negli Stati Uniti e nel secolo XX, perché queste sono le coordinate principali dentro le quali hanno preso piede gli eventi che abbiamo sin qui raccontato.

Vediamo allora le date storiche!

1959

Il primo festival all’aperto si tiene negli Stati Uniti ed è il Newport Folk Festival: la data è importante anche perché l’evento vede protagonista un giovane Bob Dylan.

1961

L’Inghilterra è fucina di grandi musicisti jazz, ma nell’edizione del 1961 del festival di Richmond salgono sul palco anche artisti blues e rock.

1970

L’edizione del 6 settembre 1970 dell’Open Air Love & Peace Festival passerà alla storia come l’ultima esibizione di Jimi Hendrix prima della sua morte.

1984

Glastonbury è già il più importante festival inglese, qualunque band che si rispetti mira a calcarne il palco: nel 1984 esplode il movimento new wave e la fama degli Smiths.

1994

È ancora Glastonbury protagonista della storia, con la prima diretta TV di un festival, trasmessa da Channel 4.

2001

Abbiamo visto che USA e Inghilterra si contendono i migliori festival per quasi 50 anni: nel 2001 cambia il vento con la prima edizione del Primavera Sound Festival a Barcellona.

2009

Il rock sta cedendo il passo ai nuovi generi in voga in tutto il mondo, tra cui il rap e l’hip hop. La scena è matura per prendersi il ruolo di spicco e così nel 2009 è ancora una volta a Glastonbury a entrare nella storia con lo strepitoso show di Beyoncé.

DiSamuel

Gli eventi musicali più famosi

Woodstock passerà alla storia per la magia di quegli incredibili giorni, un sortilegio che è tuttora difficile da raccontare. Per un attimo le urgenze delle persone, le energie degli artisti, il clima ostile con pioggia e fango, le esperienze psichedeliche delle droghe, tutto si è fuso per scolpire ogni minuto nell’immaginario collettivo per oltre 50 anni.

Di quel festival resta un’eredità incomparabile, a volte un peso: nel corso degli anni e decenni successivi, il numero degli eventi dedicati alla musica è aumentato coinvolgendo sempre più persone; ma nel frattempo il mondo è cambiato e le urgenze di una volta si sono trasformate, lasciando cadere le istante culturali più radicali.

I festival sono diventati un fenomeno internazionale non più circoscritto al territorio americano, conoscendo il massimo della popolarità verso la fine del millennio; nel frattempo anche il rock’n’roll ha perduto l’esclusiva che si era guadagnato a suon di artisti potenti ed eccentrici.

Oggi sono molti i festival organizzati regolarmente in tutto il mondo che hanno come protagonisti generi musicali quali hip hop, rap, dance ed elettronica. Sono eventi dove la gente può ancora condividere la propria passione per la musica rilassandosi e divertendosi come in una grande festa.

Ma quali sono i festival più importanti a cui si dovrebbe partecipare almeno una volta nella vita? Scopriamoli in questo elenco!

Lollapalooza

Nato nel 1991 come omaggio ai Jane’s Addiction, Lollapalooza è un festival americano che richiama ogni anno più di 150.000 persone.

Coachella

Un evento made in USA sempre più alla moda, dove si riuniscono i più importanti musicisti del momento e una folla che non manca di attori e artisti famosi.

Tomorrowland

Tomorrowland è il festival per eccellenza dedicato alla musica elettronica: si svolge in Belgio e ogni anno quasi 200.000 persone si riuniscono per ballare con i DJ più conosciuti al mondo.

Rock Am Ring

Già dal nome si comprende come questo festival sia uno dei più importanti per la musica rock mondiale.

Sziget

Da piccolo evento a vero e proprio punto di riferimento per l’Europa dell’est: si svolge a Budapest e ha una media di oltre 400.000 partecipanti.

Summerfest

Forse il nome non vi dice niente, eppure è il più grande festival mondiale: 1 milione di persone si radunano sulle sponde del lago Michigan per 11 giorni di musica dal vivo.

DiSamuel

Dall’antica Grecia a Woodstock

Quando viene chiesto di pensare a un festival qualsiasi, la maggior parte delle persone ha in mente un evento musicale con una folla oceanica di persone che canta e si diverte condividendo le proprie passioni. Non è un caso, perché è davvero quella musicale la prima forma di festival accertata nella storia umana.

Facciamo un salto indietro di oltre duemila anni: ci troviamo nell’antica Grecia, nel massimo splendore della civiltà ellenica; a quei tempi, gli eventi sportivi venivano accompagnati da concerti, danze e balli – nonché vino e birra – che ricordavano in tutto e per tutto la forma di aggregazione che abbiamo poi battezzato come festival.

Con il passare dei secoli e l’avvento del Medioevo, molte di queste tradizioni sono andate perdute, finché, all’inizio della seconda metà del 900, e precisamente nel 1954, viene organizzato il Newport Jazz Festival negli USA: è un evento unico poiché vede la partecipazione di artisti del calibro di Billie Holiday, ma anche perché funge da apripista per le successive manifestazioni.

Il vero e proprio momento di svolta arriva nel 1967 col Monterey Pop Festival organizzato in California: è la prima volta che il rock diventa protagonista di un evento musicale collettivo: nomi come Bob Dylan e Jimi Hendrix suonano davanti a migliaia di giovani che scalpitano per trovare un posto nel mondo. Tira aria di cambiamento, i movimenti studenteschi sono sempre più in fermento, le manifestazioni di protesta più numerose, si ripudia la guerra in Vietnam, gli Stati Uniti vengono scossi dall’interno. È il momento perfetto per Woodstock.

Sono passati appena due anni ma tutto è cambiato: il rock è ufficialmente la musica che veicola la protesta delle nuove generazioni, molti degli artisti di punta sono direttamente impegnati politicamente e non nascondono le loro idee: l’urgenza è quella di condividere valori nuovi come la pace e l’amore libero.

Per quattro giorni di fila oltre mezzo milione di persone si raduna nel fango – il tempo sarà terribilmente inclemente – per assistere ai concerti di Joan Baez, Joe Cocker, Carlos Santana,, David Crosby, Canned Heat, Janis Joplin & The Kozmic Blues Band, Sly Stone, Grateful Dead, Paul Kantner e ovviamente Jimi Hendrix.